IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da giorgio56 il Mer Dic 24, 2014 6:35 pm

avatar
giorgio56

Messaggi : 186
Data d'iscrizione : 09.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da Maria Costantino il Mer Dic 24, 2014 7:50 pm

finalmente un cambio degno di nota

non so se si possa etichettare come "grillino"
l'ho sentito spesso in vari dibattiti in televisione e ne ho ricavato sempre una buona impressione
avatar
Maria Costantino

Messaggi : 1830
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da dante il Gio Dic 25, 2014 9:14 am

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/12/24/inps-leconomista-tito-boeri-presidente-dellistituto-previdenza/1295838/

Inps, l’economista Tito Boeri è il nuovo presidente dell’istituto di previdenza

Lobby


Il professore al Fatto.it: “E’ una grande sfida. Spero di essere all’altezza del compito che mi è stato affidato". Vincenzo Manes consigliere pro bono del presidente del consiglio sul terzo settore

[/size]
Tito Boeri è il nuovo presidente dell’Inps, mentre l’imprenditore renziano Vincenzo Manes sarà consigliere “pro bono” del presidente del consiglio in materia di terzo settore. Lo ha annunciato il presidente del consiglio, Matteo Renzi, al termine del Consiglio dei ministri che ha varato il primo decreto attuativo sul Jobs act e il commissariamento straordinario dell’Ilva, chiudendo con tanti ringraziamenti la breve era di Tiziano Treualla guida dell’istituto nazionale di previdenza.  “E’ una grande sfida. Spero di essere all’altezza del compito che mi è stato affidato. Sono grato della fiducia accordatami dal governo e sono cosciente del fatto che ci sono tante cose da fare”, ha commentato a caldo Boeri raggiunto telefonicamente da ilfattoquotidiano.it. L’Inps non naviga, infatti, in acque tranquille: l’ente previdenziale è finanziariamente sotto pressione perché è alle prese con un cambiamento epocale figlio sia del progressivo invecchiamento della popolazione italiana che del cambiamento del contesto di mercato, ma soprattutto delle nozze forzate con l’Inpdap, l’ex cassa dei dipendenti pubblici. “E’ quello che ho studiato lungo tutta la mia vita professionale”, ha ammesso rimandando alle prossime settimane un approfondimento delle tematiche relative ai punti dolenti dell’Istituto nazionale di previdenza.
Docente di Economia alla Bocconi ed ex consulente diCommissione Ue, Bce e Banca Mondiale, oltre che direttore della Fondazione Rodolfo Debenedetti, responsabile scientifico del festival dell’economia di Trento, co-fondatore de lavoce.info ed editorialista di Repubblica, Boeri è stato a lungo in predicato di un ingresso nel governo Renzi e in questi mesi non ha risparmiato dure critiche all’esecutivo. “Il governo è partito in quarta con un’agenda di riforme ambiziose e non è andata molto oltre gli annunci. Doveva fare un’altra cosa: doveva cominciarne una e portarla avanti fino in fondo. Bastava fare una cosa e farla bene”, aveva per esempio dichiarato a ilfattoquotidiano.it all’inizio di agosto. L’ultima stoccata in ordine cronologico, invece, riguarda da vicino proprio l’Inps e, in particolare, la riforma del sistema degli ammortizzatori sociali. “Per un’operazione del genere servirebbero 4 miliardi di euro. I 2,2 miliardi previsti dalla legge di Stabilità sono ancora troppo pochi. E, nel calcolo, non ho tenuto conto delle risorse necessarie per il sussidio ai disoccupati di lunga durata, che se fosse approvato sarebbe un intervento molto importante”, ha detto il professore a ilfattoquotidiano.it alla vigilia del cdm sul Jobs Act.
Quanto Manes, cui fa capo la holding Intek che spazia dal rame (Kme) alle rinnovabili (ErgyCapital), è stato tra i finanziatori della Fondazione Open di Renzi e, per quanto riguarda il terzo settore, è presidente della Fondazione Dynamo che si occupa di implementare progetti “che rappresentino motori di cambiamento per le comunità di interesse” con un approccio di tipo imprenditoriale piuttosto che di volontariato in senso stretto. “Darà una mano a far partire il tema dell’innovazione sul sociale, sullacreazione di posti di lavoro legati a una diversa impostazione del terzo settore che smetta di essere il terzo per diventare il promo”, ha detto Renzi annunciando la novità. In una recente intervista a ilfattoquotidiano.it sulle proposte al governo per rilanciare il Paese, Manes aveva parlato di una tassa sugli attivi finanziari detenuti dalle famiglie italiane per “finanziare la creazione di imprese sociali e progetti innovativi in campo artistico e culturale, ambientale, turistico e scientifico e nel settore del welfare”. “E’ una proposta solo apparentemente utopistica: se oggi il terzo settore genera il 7% del Pil nazionale e occupa 950mila persone, una misura del genere potrebbe raddoppiare entrambi i valori. Il che significa che creerebbe circa 1 milione di posti di lavoro. Un risultato impossibile da ottenere, ormai, nel manifatturiero tradizionale”, era stata la conclusione.

dante
Admin

Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da dante il Gio Dic 25, 2014 10:42 pm


dante
Admin

Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da dante il Gio Gen 01, 2015 10:43 pm


dante
Admin

Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da dante il Mer Gen 21, 2015 11:35 pm

http://www.italiaoggi.it/giornali/dettaglio_giornali.asp?preview=false&accessMode=FA&id=1955285&codiciTestate=1

PRIMO PIANO

Riuscirà a sostituire il Dg Nori (sostenuto dai sindacati) che ha fatto 5 anni di mandato?

Boeri all'Inps, subito una grana


La sua potrebbe essere la prima nomina del Quirinale

di Pierpaolo Albricci  

Se non ci saranno intoppi, entro la prima metà di febbraio potrebbe insediarsi il nuovo presidente dell'Inps, il professor Tito Boeri. Dopo l'annuncio choc (soprattutto per il commissario straordinario Tiziano Treu) della vigilia di Natale, la procedura sembrava languire: l'unico atto era stato l'annuncio del premier Renzi nella conferenza stampa del 24 dicembre.

L'unico atto scritto era il comunicato stampa. Ma, in questi giorni, tutto e' stato accelerato. La settimana scorsa il Consiglio di Indirizzo e di Vigilanza (Civ) dell'Inps ha assicurato la propria intesa alla proposta (giunta con lettera del ministro Poletti in data 30 dicembre) assicurando così l'ok sindacale (il Civ è l'organismo guidato a rotazione da Cgil Cisl e Uil che rappresenta i lavoratori e le imprese, come contribuenti delle prestazioni assicurate dall'Istituto) all'operazione.

Entro il 2 febbraio dovranno esprimersi le commissioni Lavoro di Camera e Senato (con parere obbligatorio ma solo consultivo: cioè l'approvazione o meno e' ininfluente sulla procedura di nomina) dopo di che il Consiglio dei ministri chiederà al Capo dello Stato di perfezionare la nomina con un Decreto del Presidente della Repubblica (Dpr). Sarà uno dei primi atti del nuovo inquilino del Quirinale o del facente funzione, Pietro Grasso?

Sull'immediato futuro dell'Inps restano tre capitoli pendenti.

Il primo riguarda la governance. Sono anni che, da più parti, si chiede di modificare la governance dell'Istituto che dal 2010 ha perso il consiglio di amministrazione (abolito dal Governo Berlusconi). Molti oggi scommettono che rinascerà. Almeno tre membri, uno dei quali il presidente. Se così fosse, i sindacati non sarebbero contenti: vorrebbero che il Civ acquisisse i poteri del defunto cda, invece che spartirli - come accade oggi - tra presidente e direttore generale.

Il secondo capitolo riguarda proprio il direttore generale. L'attuale, Mauro Nori, dopo cinque anni di mandato, aveva stretto un accordo con Treu per avere un rinnovo dell'incarico, in barba alle recenti regole sulla rotazione degli incarichi, richieste dalla legge Severino e dal presidente dell'Anac Raffaele Cantone. Riuscirà a convincere Boeri a rinnovarlo? Fino al 15 febbraio è in prorogatio. Il presidente Boeri avrebbe l'occasione di completare il ricambio dei vertici voluto da Renzi, avrà la forza di farlo? O il passato - e il peso dei sindacati che vorrebbero la conferma di Nori - imporrà una continuità sconsigliata dalle leggi (lo stesso dilemma che deve risolvere l'Inail, dove peraltro il presidente Massimo De Felice ha già fatto sapere di non gradire la conferma del suo Dg, Giuseppe Lucibello, «dopo cinque anni bisogna cambiare»).

Il terzo capitolo riguarda i conti dell'Istituto. Dopo l'incorporazione di Inpdap il bilancio Inps ha un rosso di dieci miliardi. E il 2015 è iniziato con l'esercizio provvisorio, vista l'impossibilità di chiudere e approvare i conti entro la fine del 2014. La spesa per dodicesimi non è un bel segnale di serenità sul futuro dell'anno appena iniziato.

dante
Admin

Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da dante il Ven Gen 23, 2015 3:57 pm


dante
Admin

Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da dante il Sab Gen 24, 2015 4:20 pm


dante
Admin

Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da dante il Sab Gen 24, 2015 4:33 pm


dante
Admin

Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da dante il Sab Gen 24, 2015 4:39 pm


dante
Admin

Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da dante il Mer Gen 28, 2015 11:00 pm

Riforma pensioni 2015, Boeri: 'Nuovo cda Inps sia in grado di decidere con rapidità'

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan 'difende' la legge Fornero sulle pensioni: sostiene il debito pubblico.




Riforma pensioni 2015, Boeri su nuovo cda Inps


Se le commissioni Lavoro del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati - rispettivamente presiedute da Maurizio Sacconi (Nuovo centrodestra) e Cesare Damiano (Partito democratico) - dovessero esprimere un parere negativo sulla nomina di Tito Boeri a nuovo presidente Inps annunciata dal presidente del Consiglio al termine del consiglio dei ministri del 24 dicembre scorso, l'economista bocconiano chiamato a guidare l'Istituto nazionale per la previdenza sociale in un particolare e difficile momento politico ed economico in materia di riforma delle pensioni, ritirerà subito la propria disponibilità a ricoprire l'importante incarico manageriale. Lo ha comunicato il professore Tito Boeri durante l'audizione di oggi (martedì 27 gennaio) in commissione Lavoro a Montecitorio trasmessa in diretta streaming sul sito camera.it.

Inps, Boeri: se Parlamento dà parere contrario a mia nomina ritiro mia disponibilità





''So bene - ha detto l'economista bocconiano chiamato dal premier per riforma l'Inps dando all'istituto 'una nuova mission e una nuova governance' - che il parere delle Commissioni della Camera e del Senato è solo consultivo. Ma per il rispetto profondo che ho per il Parlamento - ha aggiunto Boeri in audizione a Montecitorio - e nella convinzione profonda che per riformare l'Inps ci sia bisogno del sostegno delle commissioni parlamentari nel caso le commissioni di Camera e Senato dovessero esprimere parere negativo sulla mia nomina - ha detto senza tanti giri di parole l'economista esperto di lavoro e previdenza - ritirerò la mia disponibilità".

Previdenza, Boeri: all'Inps serve un cda in grado di decidere rapidamente





La nomina di Boeri all'Inps è stata contestata dal deputato Sergio Pizzolante (Ncd) per possibile mancanza dei requisiti manageriali necessari. Il presidente designato dell'Inps - anche se la nomina definitiva dovrà comunque essere decretata dal nuovo presidente della Repubblica - ha spiegato che per guidare l'Istituto nazionale per la previdenza sociale oltre, naturalmente, a un "presidente nel pieno delle sue funzioni", anche un consiglio di amministrazione in grado di assumere decisioni importanti in modo rapido, ha detto Boeri, illustrando le sue prime proposte per una nuova governance dell'Inps.

Inps, Gnecchi del Pd: apprezziamo la nomina Boeri, non ci sarà bisogno di passi indietro





"Apprezziamo che lei dica - ha affermato la deputata del Pd Maria Luisa Gnecchinel corso dell'audizione informale del presidente designato dell'Inps - che se il Parlamento darà parere negativo alla sua nomina all'Inps la sua disponibilità verrà meno. Ma pensiamo - ha sottolineato la parlamentare dem apprezzando la nomina di Boeri al'Inps - non ce ne sarà bisogno". E mentre prosegue il confronto politico, sindacale ed economico sulla riforma pensioni e le necessarie modifiche alla legge Fornero a smorzare gli entusiasmi, dopo gli ultimi annunci del ministro del LavoroGiuliano Poletti sulla pensione anticipata, è il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. Il titolare del Mef, assicurando la sostenibilità del debito pubblico italianoriconosciuta anche dall'Ue, "in particolare grazie alle ripetute riforme delle pensioni". Sarà davvero possibile apportare significative modifiche alla riforma pensioni Fornero con cui il Governo Monti puntava a risparmiare "80 miliardi fino al 2020"?
http://it.blastingnews.com/lavoro/2015/01/riforma-pensioni-2015-boeri-nuovo-cda-inps-sia-in-grado-di-decidere-con-rapidita-00249263.html

dante
Admin

Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da dante il Mer Gen 28, 2015 11:05 pm

Inps, disco verde della Camera a Boeri Presidente
Mercoledì, 28 Gennaio 2015 17:27
Scritto da  Eleonora Accorsi

La commissione Lavoro della Camera ha espresso parere favorevole sulla nomina di Tito Boeri alla presidenza dell'Inps. Il parere, messo a punto dal relatore Sergio Pizzolante (Ap), ha fatto registrare 27 voti favorevoli, uno contrario (FI) e quattro astensioni (M5S).


Disco verde alla successione al vertice dell'Inps. Il nuovo presidente dell'Inps sarà l'economista della Bocconi Tito Boeri inaspettatamente nominato al vertice dell'Istituto da Renzi nel consiglio dei ministri del 24 dicembre.. Un mese dopo, altrettanto inaspettatamente, il relatore della commissione Lavoro della Camera Setto Pizzolante (Ncd) e il vicepresidente Renata Polvetini (FI) avevano avuto da ridire sui requisiti manageriali (previsti, dal decreto 78 del 2010) del professore. Ieri Boeri aveva spiegato in commissione che, a fronte di una parere negativo delle commissioni Lavoro, che hanno un semplice ruolo consultivo, avrebbe fatto un passo indietro sulla nomina, «per il grande rispetto nei confronti del Parlamento e per la convinzione che per riformare l'Inps è rilevante il sostegno delle commissioni». 

Ma oggi la commissione Lavoro della Camera ha espresso parere favorevole sulla nomina del Professore alla presidenza dell'Inps chiudendo le polemiche.  "Come avevamo anticipato, tutta la maggioranza ha sostenuto la candidatura di Tito Boeri" ha detto il presidente della commissione Lavoro, Cesare Damiano (Pd), commentando la votazione della Commissione stessa, dove, ha sottolineato, a quelli della maggioranza «si sono aggiunti anche i voti di Sel». Anche Pizzolante alla fine ha dato parere positivo.
Damiano ha fatto rilevare che l'audizione di ieri «ha consentito anche di rispondere alla domanda se Boeri ha l'idoneità manageriale necessaria, oltre ad avere un avere un curriculum indiscutibile». Il presidente della commissione Lavoro ha aggiunto che appena sarà confermato il vertice dell'Inps, verrà chiesto un confronto sull'Istituto «a partire dalla governance perché - ha sottolineato - non vogliamo più un uomo solo al comando». Quanto ai temi della riforma della governance Damiano puntualizza, ricordando la sua proposta di legge già depositata, «dipende dal Governo, noi siamo pronti».
Boeri, che vorrebbe procedere a una profonda norma dell'istituto, aveva comunque ricordato ieri, riferiscono coloro che hanno partecipato all'audizione, che le caratteristiche manageriali gli derivano dalla sua attività di vicerettore e di direttore di corsi di laurea.[/size]

Leggi Tutto: http://www.pensionioggi.it/notizie/previdenza/inps-via-libera-della-camera-a-boeri-presidente-443788#ixzz3Q9k7f9Rr[/size]


dante
Admin

Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da dante il Gio Gen 29, 2015 5:43 pm


dante
Admin

Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da dante il Mar Feb 03, 2015 8:24 am


dante
Admin

Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da dante il Mar Feb 03, 2015 8:29 am


dante
Admin

Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da dante il Mar Feb 03, 2015 8:32 am


dante
Admin

Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da dante il Mar Feb 03, 2015 8:37 am


dante
Admin

Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da Fabnick il Mer Feb 11, 2015 9:33 am

avatar
Fabnick
Admin

Messaggi : 833
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da Fabnick il Mer Feb 11, 2015 12:49 pm

avatar
Fabnick
Admin

Messaggi : 833
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da Fabnick il Sab Feb 14, 2015 1:22 pm


avatar
Fabnick
Admin

Messaggi : 833
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da AMB il Gio Feb 19, 2015 1:23 pm

sembra che Nori sia il passato

NUOVO DIRETTORE GENERALE DELL’INPS – L’Inps in una nota diffusa ieri, ha comunicato che a seguito della Determinazione commissariale n. 9 del 17 febbraio, il direttore della Direzione centrale Pensioni, Antonello Crudo, assumerà l’incarico di Direttore generale facente funzioni, con nomina a a decorrere dal 16 febbraio 2015. Antonello Crudo, laureato in economia e commercio e che da tempo ricopre ruoli di primo nell’Istituto, succede a Mauro Nori il cui mandato era scaduto il 31 dicembre 2014. La nomina dovrebbe accelerare la risoluzione di tutte le questioni previdenziali rimaste sospese.

Lascio a Dante o Fabio la rassegna stampa

AMB

Messaggi : 287
Data d'iscrizione : 10.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da paskali il Gio Feb 19, 2015 1:33 pm

Ohibò ....! ma.....è confermata la notizia ?
avatar
paskali

Messaggi : 3952
Data d'iscrizione : 10.08.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da dante il Mar Feb 24, 2015 11:03 pm





dante
Admin

Messaggi : 1229
Data d'iscrizione : 09.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: IL NUOVO PRESIDENTE DELL'INPS: TITO BOERI ...

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum